+39 039 513507

In questo articolo facciamo conoscenza con l’aerografo.

Questo è uno strumento – quasi sempre collegato a un compressore – con cui il colore viene nebulizzato attraverso un ugello; si tiene in mano come una penna, è adatto a molte superfici: stoffa, carta, ma anche unghie e torte(!), si può utilizzare con colori ad acqua o vernici. Il primo passaggio consiste nel diluire le tinte all’interno del serbatoio.

Esistono aerografi di diversi tipi e dimensioni. Se premendo il pulsante controlliamo solo la quantità di aria che fuoriesce, quello che teniamo in mano è un aerografo ad azione singola; in quello a doppia azione indipendente, invece, dosiamo anche la quantità di colore. Azionando il pulsante verso il basso viene erogato un getto, tirandolo indietro aggiungiamo la tinta.

Nell’aerografo a doppia azione controllata il colore si aggiunge al flusso man mano che aumenta la pressione sul pulsante.

Per usare questo strumento è necessario disporre di una sorgente d’aria: potrebbe trattarsi anche di una bomboletta spray ma è preferibile un compressore, meglio ancora se dotato di rubinetto. Nella maggior parte dei casi lavoriamo con l’aria compressa a 1,5 bar ma per un tratto molto più sottile e preciso potremmo arrivare fino a 3. Fatto questo dobbiamo solo prendere confidenza con lo strumento: sarà meglio iniziare con un getto a vuoto, mettendo la mano davanti per avere un’idea più precisa della quantità di aria erogata.

Usiamo un solo colore per volta, sostituendolo nel serbatoio quando vogliamo creare delle sfumature; attenzione anche alla diluizione del composto: rischiamo di otturare il foro di uscita. Muovendo la mano velocemente o lentamente otterremo un tratto più spesso o più sottile.

Presso Colorificio Brianza Car hai la possibilità di scegliere la soluzione più adatta a te! Vieni a trovarci a Robbiate (Lecco) in via Mario Greppi 10 – telefono 039.513.507